Lavaggio, disinfezione e sterilizzazione in Odontoiatria
  1. Preparare lo strumentario ed i materiali che consentono agli Odontoiatri operanti nello studio di svolgere il loro lavoro con precisione, professionalità e, soprattutto, senza toccare superfici ed oggetti ambientali durante le sedute operative, avendo a portata di mano quanto occorre per la seduta senza perdere la concentrazione sul lavoro clinico in esecuzione. Questo ovviamente prevede anche un lavoro di pulizia, disinfezione, sterilizzazione e riordino di ambienti, materiali e strumentario, che avviene in assenza dei pazienti.
  2. Igienizzazione ambiente. Nelle fasi extra-cliniche sono responsabile delle procedure di mantenimento della corretta igiene nello studio. La detersione e disinfezione a freddo si attua ripulendo tutte le superfici facilmente contaminate tra una seduta e l’altra ed eliminando tutto ciò che è monouso (tovagliette di protezione delle superfici, aspira saliva e bicchieri di carta, etc.); solo gli strumenti che non hanno contatto abitualmente o incidentalmente con liquidi biologici vengono trattati, con i dovuti tempi e modi prescritti, con i cosiddetti disinfettanti a freddo. Invece tutto ciò che è strumentario, al termine della seduta, viene portato nell’apposita saletta (lavaggio e sterilizzazione) dove, dopo un primo lavaggio, si esegue un ciclo di detersione/disinfezione in apposita vasca ad ultrasuoni. Gli strumenti puliti quindi verranno sigillati in apposite buste termiche, munite di rilevatore colorimetrico di avvenuta sterilizzazione, e quindi sterilizzati in autoclave (cioè ad alte temperature e pressione). Un documento emesso dalla macchina ed il viraggio di colore sulle buste certificano la correttezza dell’operazione. Il tutto secondo norme riconosciute in ambito internazionale e validate da appositi test che eseguiamo e certifichiamo regolarmente in studio.

autoclave_assistente

Strumentario, attrezzature e macchine, procedure qui descritte ed altre non riportate per brevità, sono marchiate e riconosciute conformi, da locali a nazionali organismi di controllo. L’adeguamento a tali standard è indispensabile per non incorrere in errori che possono compromettere la salute di noi stessi operatori e di tutti i pazienti. Protocolli da attuare sempre ed in ogni caso, considerando tutti (e dico tutti!) i pazienti, come soggetti portatori di malattie infettive in modo da non mettere a rischio la salute di nessuno. Quindi in sintesi un processo di pulizia, sterilizzazione e conservazione ben organizzato, consente di mantenere tutte le risorse a disposizione dello studio (materiali e strumentario) pronte, sterili e sicure per operatori e pazienti.

Il ruolo di Assistente alla poltrona è delicato e prezioso, per odontoiatra e pazienti. Nel nostro Paese non esiste ancora un percorso formativo ufficiale e riconosciuto. Ho provato a spiegare alcune procedure fondamentali che è bene che i frequentatori di studi odontoiatrici conoscano, con un breve elenco delle mie mansioni principali.

teresa@odontoiatriafiorentino.com