I molari del giudizio (gli ottavi), da estrarre sempre?

Mal-di-denti

Dottore ho levato la “macchinetta” da qualche anno ma i denti si iniziano a spostare ed accavallare.
Questo è quello che spesso ci si sente dire negli studi odontoiatrici. Ovviamente, a noi odontoiatri, non piace ascoltare queste parole, perché per noi vale quasi quanto una sconfitta.
Per questo, ed altri motivi, è molto importante la contenzione post-trattamento, sia con apparecchietti rimovibili (mascherine o bite) ad uso solo notturno che con il filo passivo (retaineer) incollato dietro gli incisivi; e poi visite di controllo a vita: almeno 1 volta all’anno.

“Per quanto tempo devo tenere questo filo di contenzione (retainer) dietro ai denti?”
Noi consigliamo di tenerlo il più possibile, oltre che per stabilizzare il trattamento anche per un altro importante motivo: i molari del giudizio.
Molti studi effettuati dagli anni ‘90 in poi, hanno cercato di stabilire dei parametri decisionali per l’estrazione o meno dei denti del giudizio. Spesso vengono visti come causa di affollamento dei denti anteriori (soprattutto inferiori), ma altri studi affermano che non sono dotati della forza necessaria per causarlo.

“Quindi i denti del giudizio vanno estratti?”
Si può dire solo che dipende da caso a caso. Se i denti del giudizio non riescono ad uscire e creano più di un episodio doloroso o infiammatorio all’anno, allora vanno estratti; altrimenti si osserva di visita in visita, innanzitutto se c’è uno spostamento degli altri denti e poi ,con l’aiuto di una radiografia, se risultano essere inclusi e mal posti. I denti del giudizio inclusi, in alcuni casi, possono anche creare problemi ai denti antecedenti (i settimi), causando problemi parodontali e anche carie, in questo caso il loro destino è scritto: estrazione.

“Ma se i denti si sono già spostati?”
In questo caso, prima si procede con l’estrazione dei denti del giudizio (sia di destra che di sinistra), se presenti, e poi si utilizza una “mascherina” attiva (apparecchio rimovibile trasparente) se ci sono stati piccoli spostamenti; altrimenti si procede ad una nuova fase di trattamento con apparecchio fisso che certamente durerà meno della prima.

“Alla fine posso essere sicuro/a che i miei denti rimangano dritti per sempre?”
Nulla è per sempre, tanto meno l’allineamento dei nostri denti, ma con un ottima collaborazione odontoiatra-paziente ovvero con regolari controlli periodici, si possono raggiungere ottimi risultati in termini di stabilità.

Dott. Bruno Murino