Ortodonzia: cosa è? Chi è l’ortodontista?

L’Ortodonzia è la Specialità odontoiatrica che studia e cura le malposizioni dei denti e delle ossa facciali connesse (malocclusioni). Queste sono causa o effetto delle disfunzioni dell’organo della “bocca” (apparato stomatognatico) e di tutte le funzioni di cui esso è parte (masticazione, deglutizione, fonazione, respirazione, estetica). Essa viene più correttamente definita oggi: Ortognatodonzia (ORTO= dritto,  GNATO= mascelle,  DONZIA= denti)

Obiettivi del trattamento ortodontico sono:

  • allineamento corretto (intra-arcata e inter-arcate) e funzionale dei denti;
  • condurre ad una funzione masticatoria efficiente;
  • creare le condizioni per la salute dei denti e del loro apparato di sostegno;
  • migliorare o mantenere una buona estetica del sorriso e del viso;
  • perseguire, anche con controlli nel tempo, la stabilità dei risultati ottenuti.

Come ampiamente descritto nell’opuscolo on-line dell’organo della Società Italiana di Ortodonzia (http://www.sido.it/Prevenzione_in_Ortodonzia_1302DEF.pdf) un Paese moderno,  una popolazione  civile, deve riconoscere il “diritto di avere una bocca sana”.  La piacevolezza del viso e del sorriso è fondamentale per avere fiducia in se stessi,  per l’autostima. Chi non si piace e si sente poco attraente, a causa di denti storti o di un profilo non armonico, tende a coprire la bocca quando parla, esita a sorridere e cerca di nascondere costantemente la parte inferiore del volto.

oliv-vin1 oliv-vin2 oliv-vin3 oliv-vin4

È importante che il trattamento ortodontico venga eseguito da professionisti competenti poiché modifica in modo permanente la posizione dei denti, dei  mascellari, il profilo del viso. Un trattamento errato può condurre a gravi danni estetici irreversibili e addirittura alla perdita precoce di alcuni denti.

L’operatore sanitario dedicato a questa disciplina è l’ortodontista o ortognatodontista.

L’ortodontista è  un  dentista! Quindi un laureato “superspecialista”.  Non tutti gli odontoiatri (dentisti) diventano ortodontisti.  Possono esercitare l’Ortodonzia tutti gli abilitati all’esercizio dell’Odontoiatria (laureati in Odontoiatria,  medici chirurghi specialisti o abilitati, cioè inseriti nell’Albo degli Odontoiatri). Alcuni di questi laureati (più di 3.000 in Italia) sono soci S.I.D.O. (Società Italiana di Ortodonzia) e possono agevolmente aggiornarsi  su nuove tecniche e metodologie.  Alcuni di essi sono specialisti in Ortognatodonzia. Le Scuole di specializzazione in questa disciplina esistono in Italia dal 1974, e sono operanti nelle sedi universitarie più importanti. Altri Specialisti si sono formati in Scuole estere. È sempre utile informarsi sul curriculum formativo del professionista a cui si affida il proprio corpo, la propria bocca. È una regola base per evitare spiacevoli sorprese.  Il modo più semplice è consultare gli elenchi dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri provinciale, ove risulta, oltre al titolo abilitante (laurea),  anche il percorso di specializzazione